Come risparmiare energia e ridurre i consumi

Come risparmiare energia e ridurre i consumi

Lunedì 14 Marzo 2022
89
0

Con la crisi energetica in atto a livello internazionale e i conseguenti rincari delle bollette diventa sempre più indispensabile attuare forme di economia e risparmio sui consumi domestici. Prima infatti delle misure estreme paventate dai media come il blocco del riscaldamento o lo spegnimento dell’illuminazione pubblica notturna, possiamo essere noi in prima persona ad adottare comportamenti e buone pratiche di riduzione di sprechi e consumi energetici. Vediamo come.

 

5 consigli per risparmiare sulla bolletta

Abbandonare i vecchi elettrodomestici e apparecchi energivori

Se facciamo mente locale possiamo sicuramente trovare anche in casa nostra una o più apparecchiature che consumano molta energia. Può trattarsi di elettrodomestici ormai superati o di vecchie lampadine, insomma di tutti quegli apparecchi non proprio di ultima generazione. Le nuove tecnologie sul mercato, invece, sono progettate e prodotte per ridurre il più possibile i consumi e gli sprechi di energia: ecco perché, per quanto possibile, dovremmo sostituire vecchie lavatrici, lavastoviglie, forni e frigoriferi con elettrodomestici in classe A+, A++ o A+++, che garantiscono la migliore efficienza dei consumi e un maggiore risparmio in bolletta. E attenzione anche a come li utilizziamo: il programma Eco di lavatrice e lavastoviglie fa risparmiare energia.

 

Se cambiare un elettrodomestico comporta comunque un certo investimento, per dotare la propria casa di lampadine a LED serve una spesa minima e i risultati sono garantiti: le lampadine ad alta efficienza durano di più, consumano di meno e illuminano meglio rispetto a quelle a incandescenza.

 

Ridurre gli sprechi di energia cambiando alcune piccole abitudini quotidiane

Anche nel nostro piccolo possiamo fare tanto per evitare di sprecare energia: basta un po’ più di attenzione in gesti comuni che compiamo tutti i giorni. Per esempio, ricordiamoci sempre di spegnere la luce dove non serve e magari di non accenderla nemmeno in ambienti dove non è necessaria, sfruttando invece l’illuminazione naturale. Oppure possiamo rinunciare ad alcune comodità superflue che consumano molta energia: è così indispensabile avere telefoni cordless e sveglie sempre accesi? E anche lasciare il cellulare a ricaricarsi per tutta la notte è uno spreco, oltre che un potenziale problema per la durata della sua batteria.

 

Infine, facciamo attenzione a lasciare apparecchi in standby come televisione, forno a microonde, computer, radio, ecc.: se sono spenti ma in standby e collegati alla rete elettrica continuano a consumare energia, quindi meglio sempre staccarli quando non li usiamo e durante la notte.

 

Usare un impianto VMC per risparmiare su riscaldamento e climatizzazione

I moderni impianti di ventilazione meccanica controllata consentono di risparmiare energia, e di conseguenza soldi, grazie al recupero calore. L’impianto VMC infatti garantisce i corretti livelli di umidità e salubrità dell’aria che respiriamo internamente senza che sia necessario aprire le finestre per cambiare d’aria, evitando così di far entrare caldo o freddo in casa dall’esterno. Non solo: tra i vantaggi della ventilazione meccanica controllata c’è anche la capacità di recuperare energia dall’aria che viene espulsa dall’ambiente e di utilizzarla per riscaldare quella pulita che viene introdotta in inverno, e al contrario di rinfrescare la casa nei periodi più caldi.

 

Scopri di più sulla ventilazione meccanica con recupero calore

 

Usare il sole per produrre in proprio l’energia che da consumare

Proprio sopra la nostra testa abbiamo una fonte di energia illimitata: il sole. E sopra la nostra testa abbiamo anche la soluzione per poterla sfruttare al meglio: sul tetto della casa possiamo infatti installare un impianto fotovoltaico con pannelli che catturano l’energia solare e la trasformano in energia elettrica a disposizione per i consumi domestici. In più, grazie ai sistemi di accumulo dei moderni sistemi fotovoltaici è possibile conservare l’energia in eccesso prodotta coi pannelli solari e usarla successivamente per scopi precisi: come per esempio l’acqua calda sanitaria o per usare gratis lavatrice e lavastoviglie, fino a raggiungere l’autoconsumo.

 

Scopri di più sul fotovoltaico e l’energia rinnovabile per la casa

 

Eseguire la regolare manutenzione di caldaia e condizionatori

Anche gli impianti più efficienti dal punto di vista energetico richiedono una manutenzione adeguata e regolare. Per garantire il corretto funzionamento degli apparecchi e fare in modo che consumino meno energia è importante sottoporli a controlli e verifiche periodiche ad opera di tecnici specializzati: ecco perché la manutenzione della caldaia, del condizionatore e degli impianti è la prima regola per risparmiare su consumi e bollette.

 

Scopri il servizio di manutenzione di Idraulica Menatti

Condividi la notizia
ti potrebbe interessare anche
Le caldaie a biomassa rappresentano soluzioni alternative ai sistemi tradizionali di riscaldamento a gasolio o a gas per uso domestico, che utilizzano...
Le pompe di calore, come abbiamo visto in questo articolo, sono sistemi innovativi per il riscaldamento domestico e la produzione di acqua calda sanit...
Tra gli impianti a fonti rinnovabili per uso domestico, oltre ai pannelli fotovoltaici per la produzione di energia dal sole che abbiamo visto in ques...
Nessun commento
Lascia un commento
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Invia commento
I campi contrassegnati da * sono obbligatori